Assistenza apparecchi acustici Foggia

 

Convenzioni mutualistiche

 

 
Assistenza vuol dire supporto, presenza, consiglio, sostegno, ma anche fare in modo che chi si rivolge a noi sia felice della sua scelta e sereno nel tornare a sentire.
 
 
 
 
 
 
 
 
Assistenza apparecchi acustici Foggia
 
 
 
Modellazione apparecchio acustico
 
 
 
 
 
 

Convenzioni mutualistiche

 
Il nostro centro audioprotesico, in quanto iscritto all’albo dei fornitori ASL e INAIL, consiglia, assiste, guida e fornisce tutti gli aventi diritto alle agevolazioni, illustrando il percorso da intraprendere per beneficiare della fornitura e seguendo passo dopo passo il paziente rispondendo a tutte le sue perplessità.
 
 
 
 
 

Controllo costante

 
Alla protesizzazione segue un’assistenza costante del paziente, mediante manutenzione ordinaria dei suoi apparecchi e adattamento degli stessi alle sue necessità, facendo si che ogni problema venga risolto e migliorando le sue capacità di sentire e di capire. Periodicamente inoltre, i nostri audioprotesisti effettueranno il controllo audiometrico, in modo da adattare l’apparecchio acustico ad eventuali cambiamenti relativi all’evoluzione dell’ipoacusia.
 
 
 
 
 

SOSTEGNO PER NON DEAMBULANTI

 
La nostra assistenza apparecchi acustici a Foggia viene garantita anche per pazienti con difficoltà di deambulazione, a domicilio, in modo del tutto gratuito. Riteniamo che sia pieno diritto per tutti ricevere supporto e presenza costante, in quanto il nostro lavoro è soprattutto basato sull’ esserci sempre, cercando di risolvere al meglio il problema uditivo dei nostri pazienti.
 
 
 
 
 
 
 

REQUISITI PER L’OTTENIMENTO GRATUITO DELL’ APPARECCHIO ACUSTICO

 

 
I pazienti con ipoacusia, anche in presenza di altre patologie certificate che raggiungano in cumulo 1/3 di invalidità (34%), hanno diritto alla fornitura gratuita, sebbene sia necessario che la patologia “ipoacusia” sia espressa esplicitamente nel verbale di riconoscimento dello stato di invalidità. La fornitura dei presidi protesici è disciplinata dal Nomenclatore Tariffario, strumento previsto dall’art. N.26 della legge 883, 23/12/1978. La prescrizione dello specialista dell’INAIL o della ASL, in conformità all’artic. 4 del presente regolamento scaturisce da un’attenta valutazione clinica strumentale documentabile. L’assistito ha la possibilità di scegliere un apparecchio più sofisticato rispetto a quello previsto dal Nomenclatore e sostenere il costo del conguaglio. La fornitura si può ottenere dopo 5 anni dalla precedente.